Anomalie Riello Family Condens

Assistenza Caldaie Ariston

Come interpretare i Codici Errore della Riello Family Condens? La nostra descrizione di tutte le anomalie che rileva la rete elettronica di sicurezza e che vengono comunicate dalla caldaia: come interpretare i codici errori

Le Anomalie della Riello Condens rilevabili “a vista”

Odore di gas
L’odore di gas è sintomo di una probabile perdita all’impianto di alimentazione, nel circuito gas all’interno della caldaia, nel circuito dei fumi o nella canna fumaria. Assicurarsi inoltre che la taratura e la regolazione della caldaia per la combustione siano adeguate all’impianto.

Combustione non regolare
Se la combustione all’interno della caldaia non avviene in modo regolare controllare che la caldaia sia tarata in modo corretto, che il sistema di ventilazione e il bruciatore siano puliti e funzionante e che la pressione del gas del bruciatore stesso sia adeguata.

Camera di combustione molto sporca anche dopo breve utilizzo
Se la camera di combustione si sporca potrebbe esserci un problema al sistema di combustione o nella canna fumaria. Controllare che la combustione avvenga in modo uniforme e regolare la caldaia. Assicurarsi inoltre che la canna fumaria non sia ostruita.

Ritardo di accensione con scoppio o “strappo” della fiamma
Questa situazione può essere frutto di un problema nella pressione del gas e nel bruciatore, che va pulito. Controllare la condizione dello scambiatore primario e dell’elettrodo di accensione. Eseguire eventualmente la verifica dell’accensione.

Mancata accensione bruciatore
Se il bruciatore non si accende potrebbe mancare gas all’impianto, e in questo caso occorre verificare che il circuito del gas non abbia perdite o strozzature. Occorre inoltre controllare che la scarica di accensione sia presente e adeguata, in caso sostituire l’elettrodo. Potrebbero esserci anche problemi alla valvola del gas o al ventilatore. In questi casi verificare il funzionamento di entrambi gli elementi e provvedere alla loro eventuale sostituzione. Se si riscontra invece un problema all’accensione elettronica, eseguire le procedure di ripristino dell’accensione.

Scheda display spenta
Se la scheda del display è spenta potrebbe mancare l’alimentazione elettrica o esserci un qualche malfunzionamento al pannello comandi. Eseguire le procedure di verifica prescritte e, in caso la situazione non dovesse normalizzarsi provvedere alla sostituzione delle parti in cui si è riscontrata l’anomalia.

La valvola a tre vie non commuta (riscaldamento/sanitario)
Se la valvola a tre vie non funziona correttamente, verificarne l’integrità o provvedere alla sua sostituzione. Problemi alla valvola potrebbero derivare anche da malfunzionamenti al termostato ambientale o al flussostato sanitario che vanno, nel caso, tarati seguendo le indicazioni di fabbrica o sostituiti. Verificare anche che la scheda di regolazione non sia difettosa.

La circolazione non funziona in riscaldamento o sanitario
In questo caso potrebbe esserci un problema al circolatore o mancare, per anomalia, la richiesta dal termostato ambientale o dal flussostato sanitario o ancora un problema alla scheda di regolazione. Se il problema riguarda il circolatore verificarne l’integrità o provvedere alla sua sostituzione. Se il difetto si riscontra nella scheda di regolazione, eseguire il test di funzionamento e la procedura di fabbrica.

Il ventilatore non funziona in sanitario o in riscaldamento
Se il ventilatore non si attiva potrebbe essere necessario ristabilirne la corretta connessione alla scheda o essersi verificato un problema alla scheda di regolazione stessa o alla scheda MOT2B. Eseguire i test di controllo per la caldaia sia in modalità riscaldamento sia in modalità sanitario e, nel caso, sostituire il ventilatore o la scheda.

Il ventilatore funziona in modo irregolare o discontinuo
Se il ventilatore non funziona in modo corretto verificate che il ventilatore stesso e che la scheda MOT2B siano integri e funzionino correttamente. Provvedere eventualmente alla sostituzione.

L’attuatore riempimento non funziona e l’impianto non si carica anche se viene azionato il comando di riempimento
In questo caso il danno è a carico dell’attuatore del riempimento di cui va verificata l’integrità e il corretto collegamento alla scheda di controllo. Nel caso eseguire la verifica programmata e sostituire il pezzo.

L’attuatore del ricircolo di miniaccumolo non funziona
Questa situazione indica malfunzionamento nell’attuatore di ricircolo. Verificarne l’integrità e la connessione alla scheda. Eseguire le procedute di fabbrica.

Un Tecnico opera con precisione e in sicurezza

Richiedi Supporto e un Intervento

 

Mancato raggiungimento minima potenza in sanitario
Se la caldaia non raggiunge la potenza minima in sanitario le cause sono da rintracciare nella taratura della caldaia e nella valvola del gas. Controllare che la caldaia sia tarata secondo i parametri indicati nel manuale e, se il problema è legato a un difetto della valvola del gas, sostituire la valvola.

Mancato raggiungimento massima potenza in sanitario
Questa situazione di anomalia riguarda una non corretta taratura della caldaia, che va quindi controllata alla luce dei parametri di fabbrica, o un problema della valvola del gas o del ventilatore per cui occorre sostituire l’elemento che genera il problema.

Mancato raggiungimento minima potenza in riscaldamento
Se la caldaia non raggiunge la potenza minima in sanitario le cause sono da rintracciare nella taratura della caldaia e nella valvola del gas. Controllare che la caldaia sia tarata secondo i parametri indicati nel manuale e, se il problema è legato a un difetto della valvola del gas, sostituire la valvola.

Mancato raggiungimento massima potenza in riscaldamento
Questa situazione di anomalia riguarda una non corretta taratura della caldaia, che va quindi controllata alla luce dei parametri di fabbrica, o un problema della valvola del gas o del ventilatore per cui occorre sostituire l’elemento che genera il problema.

Scarsa produzione di acqua calda in sanitario
Se la caldaia produce poca acqua calda potrebbe esserci una pressione eccessiva sulla rete idrica ed è bene quindi installare un riduttore di pressione. Controllare inoltre l’eventuale presenza di calcare nello scambiatore e che la caldaia sia regolata in modo ottimale. Se il problema è il calcare nello scambiatore, pulire lo scambiatore o, se l’incrostazione non è risolvibile o ha intaccato l’integrità dello scambiatore, sostituire lo scambiatore stesso.

La caldaia non produce acqua calda in sanitario
Se la caldaia non produce acqua calda per i servizi assicurasi che il flussostato funzioni correttamente e che la caldaia sia impostata in modo corretto e che possa effettivamente quindi produrre acqua calda sanitaria.

La caldaia non produce acqua calda in riscaldamento
Se la caldaia non produce acqua calda per il riscaldamento assicurasi che il termostato ambientale funzioni correttamente e che la caldaia sia impostata in modo corretto e che possa effettivamente quindi pompare l’acqua calda nell’impianto di riscaldamento.

La temperatura di regolazione della mandata è bassa in regolazione climatica
Se la temperatura di regolazione della mandata non è a livello ottimale occorre verificare che le impostazioni della caldaia siano corrette, verificare quindi il parametro 5 tipo di edificio, e il parametro 46 curva OTC. Controllare inoltre la sonda di temperatura esterna e, nel caso, sostituirla.

Frequenti interventi della valvola di sicurezza del riscaldamento

Se la valvola di sicurezza si attiva troppo spesso, potrebbe esserci un problema di pressione nell’impianto, nel trasduttore della pressione, nell’attuatore del riempimento o nel vaso di espansione. Verificare che questi elementi funzionino o, nel caso dell’attuatore eseguire la verifica come descritta nel manuale.

Se non sei esperto, per sicurezza, non improvvisarti Tecnico, ma richiedi

una manutenzione  un intervento a Roma un intervento a Milano

I Codici di errore comunicati dal Dispay

Display indica allarme 10
L’errore indica un blocco dovuto a mancanza di fiamma pilota. Assicurarsi che il corpo bruciatore sia pulito.

Display indica allarme 11 o 15
L’errore indica problema di fiamma parassita. Verificare l’elettrodo di accensione e la scheda elettronica e provvedere alla pulizia dell’elettrodo o alla sua sostituzione.

Display indica allarme 12
L’errore 12 non è un vero errore ma indica che la caldaia sta cercando di ripristinare la sua condizione di funzionamento ottimale.

Display indica allarme 20
L’errore indica problema nel termostato limite, nel termostato bruciatore, nella sonda di temperatura di mandata. Può anche indicare che la caldaia non è impostata in modo corretto. Verificare la situazione del termostato e della sonda e sostituire il pezzo difettoso. Controllare inoltre che le impostazioni siano corrette e tarare la caldaia.

Display indica allarme 40 o 41
L’errore indica problema di pressione dell’acqua nell’impianto, dovuti anche a perdite, o nel traduttore di pressione dell’impianto. Verificare che non vi siano lesioni nel circuito dell’acqua ed eseguire le procedure di controllo sul pressostato.

Display indica allarme 42
L’errore indica anomalia al trasduttore della pressione dell’impianto. Eseguire il controllo indicato ed eventualmente sostituire il pezzo difettoso.

Display indica allarme 33/34/35/37
Questi errori si collegano al ventilatore e alla scheda MOT2B. Controllare quindi il circuito dei fumi e il ventilatore e sostituire gli elementi che non funzionano correttamente.

Display indica allarme 60
L’errore si riferisce a problema alla sonda della temperatura per l’acqua calda sanitaria. Verificare, seguendo la procedura indicata nel manuale, la sonda e sostituire eventualmente il pezzo guasto.

Display indica allarme 65
L’errore indica problemi legati all’attuatore del microaccumulo. Nello specifico potrebbe mancare il collegamento alla scheda o un’avaria nell’attuatore. Verificare l’attuatore e la sonda sanitaria, provvedendo all’eventuale sostituzione del pezzo guasto.

Display indica allarme 77
L’errore riguarda il termostato di bassa temperatura. Per risolvere il problema eseguire le procedure di controllo indicate dal manuale e, se non risolto, provvedere alla sostituzione del pezzo rovinato.

 

 Se il codice permane chiamaci!

Richiedi Supporto e un Intervento

Display indica allarme J0
L’errore appare quando si rivelano problemi alla scheda comandi o al collegamento tra scheda comandi e controllo remoto. Assicurarsi che sia attiva la funzione LOCAL del pannello comandi. Premere il tasto LOCAL fino a quando apparirà la scritta ENERGY FOR LIFE e premere il tasto ON/OFF per scegliere lo stato di funzionamento della caldaia e attivarla.

Display indica allarme da 50 a 57/59 e da 80 a 83
Questi errori sono legati alla scheda elettronica e ai collegamenti della scheda e della caldaia.

Display indica allarme da 92 a 95
Questi errori si riferiscono ad anomalie dovute alla condensa. Nello specifico possono indicare: condensa sul bruciatore, che va quindi eliminata; scollegamento del sensore condensa o mancanza di impedenza di chiusura, di cui va controllata la valvola di chiusura; occlusione dello scarico di condensa o del suo circuito, che va ripulito. Quando si crea condensa nella caldaia è bene controllare anche bruciatore e sifone.

Display indica allarme 28/71/74/78/79
Questi errori si riferiscono a problemi di temperatura, a fluttuazioni nella temperatura e ad anomalie sulla sonda di temperatura di mandata o di ritorno. Gli errori 28, 78 e 79 segnalano problemi di differenziale tra sonda di ritorno e di mandata. L’errore 71 indica sovratemperatura della sonda di mandata. L’errore 74 segnala surriscaldamento dell’acqua o addirittura mancanza di acqua nel circuito.

Display indica allarme 24/25/70
Questi errori si riferiscono alla sonda di temperatura di mandata. Per risolverli verificare il circuito idraulico e sostituire l’eventuale pezzo non integro. Gli errori 24 e 25 si riferiscono alla sonda di mandata di temperatura limite mentre l’errore 70 segnala che la sonda primaria è in corto o non si è chiusa.

Display indica allarme 26/27/72
Questi errori indicano malfunzionamenti alla sonda di temperatura di ritorno. Gli errori 26 e 27 si riferiscono alla sonda di ritorno di temperatura limite mentre l’errore 72 segnala che la sonda di ritorno è in corto o non si è chiusa.

Display indica allarme 13/14
Sono errori relativi al pressostato della pressione minima ingresso del gas. Questa funzione non deve essere attiva ed è quindi opportuno controllare che sia presente il cavallotto sul connettore specifico.

Display indica allarme 21/22/23/29/30/31/36/38
Questi codici non sono considerati codici anomalia.

Hai tentato di eseguire il Reset della Caldaia? Se il codice permane chiamaci!

Richiedi Supporto e un Intervento

Schede Tecniche Caldaie Riello: i Modelli più Venduti
Per assistenza e sopralluoghi

Preferenze sulla Privacy

Necessari

Utilizzati per avere le corrette funzionalità del sito.

PHPSESSID, cookie_notice_accepted, gdpr[allowed_cookies, gdpr[consent_types], gdpr[privacy_bar], wordpress_[hash],wordpress_logged_in_[hash], wp-settings-{time}-[UID], comment_author_{HASH}, comment_author_email_{HASH}, comment_author_url_{HASH}

Statistiche

Utilizzati per le statistiche del sito in modalità anonima ed il miglioramento dell'esperienza utente.

_ga,_gat,_gid,_gd#,collect